Come conservare lo spumante dopo le feste

ALCUNI TRUCCHI PER MANTENERE PIÙ A LUNGO LA FRIZZANTEZZA

Lo spumante è da sempre il protagonista indiscusso delle feste, ma tra i numerosi brindisi e i regali può capitare che alcune bottiglie restino aperte. Cosa possiamo fare per conservare al meglio l’effervescenza e le bollicine per i giorni seguenti? Oggi ve sveliamo alcuni piccoli trucchetti che, anche se non infallibili, ci permettono di continuare a brindare fino alla fine della bottiglia!

TEMPERATURA PERFETTA

Lo spumante va sempre servito ad una temperatura compresa tra 7 e 8 gradi, forse per questo per mantenerlo frizzante è importante conservarlo al fresco. La scelta può ricadere sia sul tradizionale secchiello con il ghiaccio (eventualmente sostituito da una ciotola o dal lavello riempiti con cubetti di ghiaccio, l’effetto è lo stesso) sia con le cosiddette “copertine” o “gonne” raffreddate in freezer. Le bollicine potranno così resistere per un giorno o due, giusto in tempo per stappare un nuovo spumante!

CHIUSURA ERMETICA

La soluzione più efficace per mantenere le bollicine resta comunque la chiusura ermetica. I tappi ermetici si possono trovare al supermercato o nei negozi di articoli per la casa e ne esistono di tutti i tipi. L’importante è sceglierne uno che garantisca una buona presa sul collo della bottiglia, per evitare che la spinta dei gas che vengono a formarsi possano stapparla. In alternativa, se non riuscite a trovare i tappi, potete crearne voi di più “casalinghi” utilizzando la pellicola trasparente per alimenti e degli elastici. Il risultato sarà meno elegante ma ugualmente efficace!

CUCCHIAINO, UNA LEGGENDA METROPOLITANA

Uno dei metodi più utilizzati per mantenere l’effervescenza resta comunque la tecnica del cucchiaino. Si tratta di una leggenda metropolitana secondo la quale inserendo il manico di un cucchiaino nel collo della bottiglia si verrebbe a creare una specie di tappo di aria fredda che impedirebbe alle bollicine di evaporare. In realtà questo metodo non porta a risultati accertati, ma tentar non nuoce!