Come si stappa lo spumante

Ci stiamo avvicinando a Capodanno e siamo prontissimi a stappare le nostre bottiglie di spumante per festeggiare in grande stile. Per non sfigurare però ci sono alcune regole sull’apertura della bottiglia che dovremmo rispettare, anche se spesso non lo facciamo.

Per esempio, avete presente il “botto” che tutti vogliamo sentire? In realtà sarebbe da evitare per prevenire danni a persone o cose nelle vicinanze, ma anche per preservare tutto il gusto del vino. Far “esplodere” il tappo infatti può compromettere le caratteristiche organolettiche del vino, a causa di un complesso processo fisico e chimico che porta all’aspirazione di sostanze volatili che possono danneggiare il vino stesso.

Ecco quindi la corretta procedura per aprire una bottiglia di spumante.

1. METTERE LA BOTTIGLIA IN UN SECCHIELLO CON GHIACCIO

La prima cosa da fare prima di aprire una bottiglia di spumante è metterla a raffreddare in un secchiello con ghiaccio. In questo modo si può prevenire l’apertura con il “botto”, tanto amata ma anche scorretta come vi abbiamo indicato prima. Le basse temperature infatti frenano l’esplosione gassosa delle bollicine, che invece è favorita da temperature più alte.

2.RIMUOVERE LA CAPSULA ATTORNO ALLA GABBIA

Tutte le bottiglie hanno una capsula in alluminio che protegge la gabbia metallica intorno al tappo. Solitamente queste capsule hanno una linguetta che ne facilita la rimozione, ma nel caso in cui non dovesse esserci potete utilizzare un cavatappi professionale per incidere la parte inferiore della capsula e poterla togliere facilmente.

3. RIMUOVERE LA GABBIA

A questo punto siamo pronti a rimuovere la gabbia che protegge il tappo. Si tratta di una delle operazioni più delicate e importanti, perché se fatto nel modo sbagliato può portare all’esplosione del tappo. È importante quindi evitare i movimenti bruschi e ricordarsi di bloccare il tappo con il pollice della mano subito dopo averla rimossa.

4. TOGLIERE IL TAPPO

Dopo la gabbia è finalmente il momento del tappo. L’operazione di stappatura deve essere fatta con molta attenzione per non rovinare il brindisi. La prima cosa da fare è assicurarsi di avere un’ottima presa sulla bottiglia e sul tappo. Se con le mani non vi sentite troppo sicuri per afferrare bene il tappo potete utilizzare anche l’apposita pinza per spumanti. A questo punto iniziate a far ruotare lentamente il tappo, tenendo ferma la bottiglia. Mentre rimuovete il tappo vedrete e soprattutto sentirete anche la fuoriuscita della pressione gassosa interna.

5. FAR RIPOSARE LO SPUMANTE

La fuoriuscita di gas, che evita l’esplosione del tappo e il versamento del vino, continua anche una volta stappata completamente la bottiglia. Per questo motivo prima di servire lo spumante è meglio lasciarlo riposare nel secchiello per circa 15 minuti, così da lasciargli il tempo di ristabilire il giusto perlage ed evitare che il bouquet di profumi venga alterato.

6.SERVIRE IL VINO

Seguendo questo procedimento la bottiglia è aperta nel modo corretto e lo spumante è pronto per essere servito negli appositi calici. Ricordate di inclinare bottiglia e calice e versare il vino molto lentamente per evitare che la schiuma prodotta possa uscire dal bicchiere.

Ora siete pronti per festeggiare Capodanno!!! Auguri!